Blog: http://ciromonacella.ilcannocchiale.it

Club silencio

questo è il gioco di raccoon

Club Silencio




 

Il Club Silencio. Nel cuore del cuore di Mulholland Drive, che poi è un cuore di donna. Ed è da quella corda che si parla del film, nel film… è lì che la dimensione sospesa nel tempo dell’estraneamento riprende a connettersi alla trama di una vita deragliata. Abbandonata di sbieco sul letto intendendolo già bara. Non c’è banda! Non c’è orchestra! Tutto è registrato! Il metapalcoscenico è l’unica via verso l’evoluzione, verso la soluzione di sé. Verso il contenitore di ciò che s’è perso ma che non sa perdersi perché una strada collega sempre due posti e necessita di forza per procedere. Come una lacrima stilizzata fa per scendere.
                         

 

Pubblicato il 20/6/2007 alle 16.45 nella rubrica cinèma.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web